Operazioni per il ripristino della piscina dopo i mesi invernali

[Questa guida è stata scritta dagli esperti di Centro Italia, azienda specializzata in realizzazione e manutenzione di piscine di alta qualità. Per scoprire di più sui nostri servizi di assistenza, cliccate qui.]

Quando la temperatura comincia a salire spinta dai caldi raggi di sole di fine marzo, quando la primavera bussa alle porte di aprile e risveglia la natura intorno a noi, ecco, quello è il segnale che è ora di risvegliare dal letargo la nostra piscina.

È senza dubbio una fortuna possedere una piscina esterna con cui rinfrescarsi nelle calde giornate di ozio estivo, certo è un optional molto gradito dagli avventori di alberghi e strutture ricettive in generale, ma è anche vero che può essere faticoso rimettere in sesto una struttura che è stata ferma tutto l’inverno, soprattutto se non ci si prepara bene alla riapertura.
Proviamo a vedere passo dopo passo come procedere, cosa ci serve ed eventualmente da chi possiamo farci aiutare.
 

Azioni preliminari: quando muoversi?

Appena comincia la bella stagione, almeno da calendario, è il caso di riaprire la nostra piscina. Stiamo parlando di un periodo che va dalla fine di marzo fino a metà aprile, quando la primavera dovrebbe fare il suo rientro insieme ai primi caldi. Se possedete una piscina con copertura telescopica o di qualsiasi altro tipo dovete considerare che questa tenderà a riscaldare ancora di più l’acqua già dai primi caldi, ecco perché in questi casi è meglio muoversi con ancora più tempismo.
Non deve mancare un’analisi preliminare dello stato delle cose, se ad esempio vedete che il telone di copertura è danneggiato e non riparabile allora saprete subito che non va pulito ma semplicemente sostituito.
 

Togliere il telone di copertura

Nella maggior parte dei casi la piscina viene coperta da un telone per i mesi invernali in modo da non sporcarsi troppo durante l’inattività. Se non avete usato una copertura allora non avrete il problema di toglierla e riporla, ma dovrete concentrarvi molto di più sulla pulizia della struttura.
Innanzitutto con un aspiratore bisogna togliere le chiazze d’acqua sulla copertura, sia per evitare che acqua putrida si mischi all’acqua della piscina, sia per rendere il telone più leggero. In ogni caso l’operazione di rimozione va compiuto almeno in due persone. Tolto il telone questo va pulito e riposto, meglio sarà fatta questa operazione e più semplice sarà il momento in cui dovrete reinstallare la copertura.
Una valida alternativa per risparmiare tempo e fatica è affidarsi a dei professionisti del settore piscine come Centro Italia. La nostra azienda, tra i leader del settore in Italia e con base a Roma, può infatti sia inviare dei tecnici specializzati per il ripristino del vostro impianto dopo il periodo invernale oppure prendere incarico della manutenzione costante dello stesso, come vi illustreremo più avanti.
Contattateci al numero verde 800 372 960.
 

L'acqua va cambiata ogni anno?

Tolta la copertura avrete la possibilità di verificare lo status dell’acqua e capire se è il caso di cambiarla o meno. Molti si chiedono se sia il caso di cambiare ogni anno oppure “riciclare” l’acqua già contenuta nella piscina, la risposta è: dipende.
Un’acqua che non ha avuto contatti con l’esterno può essere riutilizzata anche per tre o quattro anni consecutivi, dipende soprattutto dalla grandezza della struttura e dal livello di sporcizia che riscontriamo sulle pareti dell’impianto. Ovviamente la presenza di un po’ di sporco è assolutamente normale ma può essere risolta con uno svuotamento parziale invece che con la sostituzione totale del fluido.
Sulle pareti della piscina potrebbero aver trovato posto alghe o altri generi di impurità. Per provvedere alla rimozione dovreste usare una normale scopa aspirante per fondo e pareti o un pulitore automatico (noi consigliamo i pulitori Dolphin), ma il problema potrebbe richiedere anche lo svuotamento dell’impianto e un successivo trattamento più aggressivo con prodotti chimici di cui una vasta gamma potrete trovare presso la nostra azienda.
 

Gestione del locale tecnico

Pulito l’impianto è ora di pensare al locale tecnico, cuore pulsante della piscina e rimasto fermo per tutto l’inverno. Prima di tutto accertiamoci che impianto di filtraggio e quadro generale siano rimasti come li avete lasciati, dovete rimontare la pompa di filtrazione e, solo dopo aver chiuso la valvola aspirafango, procedete all’accensione. Chiaramente anche nell’impianto di filtraggio può risultare la presenza di impurità, in questo caso è meglio effettuare controlavaggi e risciacqui di pochi minuti almeno fino a quando non vedrete tornare limpida l’acqua nel bicchierino di controllo.
 

Trattamento chimico dell’acqua

È quasi tutto pronto per il primo tuffo della stagione, manca solo il trattamento chimico dell’acqua per assicurarci che la piscina sia davvero a prova di microbi. La prima introduzione di cloro necessiterà di un sovradosaggio per garantire una sorta di sterilizzazione dell’impianto e per facilitare la rimozione di tutte le impurità. In gergo tecnico questo passaggio si chiama superclorazione e prevede che il cloro immesso nell’acqua sia quasi il doppio del dosaggio normale. Chiaramente dopo dovrete evitare di fare il bagno nella piscina per almeno due o tre giorni.
Vi ricordiamo che il livello di cloro ottimale si aggira intorno a un valore di 1,2, facile da verificare con uno dei tanti test kit sul mercato. Per il pH invece il valore deve essere compreso tra 7,2 e 7,6, nel caso non sia compreso in questa soglia si può utilizzare un innalzatore o un abbattitore di pH a seconda della necessità.
 

Rivolgersi ad esperti

In assenza di tempo o della giusta praticità per effettuare le operazioni di cui sopra la soluzione ideale è rivolgersi a un personale esperto come il nostro. Contattando Centro Italia potrete ricevere assistenza completa in tutta la fase di riapertura della vostra piscina, potrete inoltre lasciare che sia la nostra azienda a curarsi della manutenzione del vostro impianto, ricordarvi quando è il momento giusto per rimetterlo in funzione e farsi carico di tutte le operazioni.
Chiamando il nostro numero verde 800 372960 potrete parlare con un nostro addetto e spiegare le vostre necessità. Verrete immediatamente richiamati per fissare un appuntamento, in alternativa potete inviare una email all'indirizzo di posta elettronica tecnico@centroitalia.it